domenica 13 ottobre 2013

Torrette tiepide di bufala e pomodori

Ho un'amica vegetariana...Mi ha sempre lasciato un po' perplessa questa abitudine alimentare. Forse perchè in realtà non ho mai amato più di tanto le verdure e similari. Così....mi sono posta un obbiettivo: trovare qualche ricetta che si scosti dalla sua "zuppiera d'insalata con i grissini acquistati solo dopo aver controllato che fossero RIGOROSAMENTE SENZA STRUTTO!" Questa si che è costanza! ;)

Vediamo un po' se funziona....

TORRETTE DI BUFALA E POMODORI TIEPIDI
Ingredienti per ogni persona
2 o 3 fette di pomodoro spesse circa mezzo centimetro
2 o 3 fette di mozzarella di bufala (come dice la mia amica...."quelle che si pelano con le mani")
1 fetta di pancarrè
sale
pepe
origano (o basilico)
olio d'oliva (BUONO!!!)


Prendo una teglia e la ricopro di carta da forno.
Ci appoggio le fette di pomodoro e salo (abbastanza perchè il pomodoro al forno non è molto saporito) e aggiungo l'origano (se invece ho scelto di mettere il basilico fresco lo aggiungerò alla fine perchè è molto più buono a crudo).
Metto la teglia in forno preriscaldato a 180° appoggiandola sul fondo.

Ricavo un cerchio dalla fetta di pancarrè e lo metto a gratinare in forno nel ripiano più alto.

image

Mentre pomodori e pancarrè sono in forno prendo le fette di mozzarella di bufala e le metto a scolare in un colino appoggiato ad una scodella in modo da fare perdere parte del latte (che altrimenti inzupperebbe il pane).

image

Quando i pomodori sono ben appassiti e il pane ben rosolato compongo le torrette.

image

Pane, mozzarella, pomodoro, mozzarella, pomodoro...ecc...(e ovviamente basilico....se volete....)

image

Un filo d'olio alla fine!

VARIANTI
Per gli audaci: tra le fette di pomodoro e mozzarella di bufala mettete delle fette di cipolla passate in forno insieme a tutto il resto finchè non saranno croccanti.

image

Per i più delicati: al posto della cipolla mettete delle fette sottili di zucchina (ricavate con il pela-patate marinate in olio, sale e aceto balsamico (giusto il tempo di praparare il resto).

Nessun commento:

Posta un commento