domenica 15 marzo 2015

Recupero!! Tre vellutate in una!

No comment! E' vero...manco...da un po'.
Non vi sto a tediare con motivazioni e giustificazioni...semplicemente non era il caso...per mille motivi...di sottrarre tempo ed energie a situazioni, ahimè, più urgenti e impegnative.

Fine della intro....passiamo direttamente alle ricette di oggi.

Nella mia cucina il must di quest'inverno è stato...crema di patate e porri...ne mangiavo quasi tutti i giorni anche perchè ne producevo in quantità industriali per averla sempre pronta ma...ho scoperto che i piatti contenenti patate non sono proprio il massimo da conservare per più di un giorno e così....crema di patate e porri every day...si ma dopo un po'...
Così ho dovuto escogitare un trucco per "camuffarla" e riciclarla. Ed ecco in questo post e nei prossimi, tre vellutate per quelle sere in cui...hai voglia di una coccola!!

CREMA DI PORRI, PATATE E POMODORI CON QUENELLE DI RICOTTA AL BASILICO


La ricetta rielabora la crema di porri e patate evocando anche sapori estivi...
...I pomodori (in realtà un barattolo di pelati che...come dice Jamie Oliever...sono sicuramente di qualità migliore rispetto alla passata...sostiene infatti che i pomodori "messi meglio" vengono utilizzati per la produzione dei pelati mentre quelli più "ammaccati" vengano trasformati in passata o polpa o, peggio ancora, concentrato).
...Il basilico... qualche settimana fa mi sono lasciata tentare da una piantina di basilico.
Indovinate com'è finita??
Piantina acquistata...ricette realizzate...dopo 3 giorni...piantina morta. Eh vabbè...il basilico a febbraio poco ha da sperare di sopravvivere.
Esperimento non riuscito. Quello che invece è riuscita è stata questa vellutata.

Ingredienti per 2 persone

2 porzioni di crema di porri e patate del giorno prima (oppure 1 porro e 1 patata media)
1 barattolo di pelati 
100 gr di ricotta (freschissima)
4-5 foglioline di basilico
sale
pepe
olio d'oliva (io Novello del Garda)

Tagliare sottilissimo il porro e fare stufare con un filo d'olio, un pizzico di sale e un cucchiaio di acqua.
Quando il porro sarà ammorbidito aggiungere la patata tagliata sottilissima (va bene anche se grattuggiata) e i pelati.
Se si utilizza la rimanenza della crema del giorno prima si aggiungono direttamente i pelati e si procede...
Lasciare cuocere finchè l'acqua dei pelati si sarà un po' ridotta (circa 20 min) poi frullare con il frullatore ad immersione.
Regolare di sale e pepe.

Realizzare le quenelle mescolando la ricotta passata al setaccio (o al colino) per renderla ancora più cremosa con le foglie di basilico tagliate a striscioline.

Ottima anche tiepida!!


Variante....sostituite i pelati con due peperoni rossi a pezzetti e servite con quenelle di caprino ed erba cipollina (io ho usato il caprino all'erba cipollina dell'allevamento l'Alba di San Michele in Bosco (Mn).


Alla prossima vellutata!!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento